Come capire

anoressia

I DISTURBI ALIMENTARI :

Agenda Incontri

Gli incontri di “CONVERSANDO”

consult@

IV CONVEGNO NAZIONALE SUI DISTURBI ALIMENTARI

10 Novembre – 2018

“IV Convegno Nazionale sui Disturbi Alimentari” presso Auditorium C.T.O. Largo Palagi , 1 (Firenze) .

 

10 novembre 2018 a Firenze – Quarto Convegno Nazionale Consult@noi “Lo stato delle cure in Italia: esperienze familiari e professionali” 
Partecipazione gratuita – per iscrizioni consultare il sito www.consultanoidca.it (modulo iscrizioni al link http://www.consultanoidca.it/index.php/blog ).

Il convegno nasce a seguito dell’ Istituzione della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla dedicata ai Disturbi del Comportamento Alimentare da parte del Ministero della Salute (come da Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 19.06.2018: http://www.gazzettaufficiale.it/eli/…/2018/06/19/18A04218/sg). A tal fine, le amministrazioni pubbliche, anche in accordo con tutti gli enti e gli organismi interessati, promuovono l’attenzione e l’informazione sul tema dei disturbi del comportamento alimentare sia nell’ambito delle rispettive competenze sia attraverso idonee iniziative di comunicazione e sensibilizzazione. Tra gli obiettivi che l’Associazione Nazionale Consult@noi vuole porsi in questo Convegno c’è il dare rilievo a questa legge attraverso le testimonianze e le esperienze non solo delle varie Associazioni che afferiscono a Consult@noi ma anche dando voce e spazio alle altre Associazioni che operano sul territorio nello stesso ambito. Inoltre, con la partecipazione delle Istituzioni si vuole che queste accolgano le impellenti necessità delle famiglie che si trovano a vivere con questa dolorosa patologia.
disturbi dell’alimentazione sono un problema di sanità pubblica di crescente importanza ed oggetto di attenzione sul piano scientifico e mediatico per la loro diffusione e per l’esordio sempre più precoce tra le fasce più giovani della popolazione.
Il principale scopo che il Convegno si prefigge è, in continuità ai Convegni precedenti organizzati con l’Istituto Superiore di Sanità e in conformità alla Conferenza di Consenso del 2012, di fare il punto sulle criticità ancora presenti per stabilire gli obiettivi da raggiungere su tutto il territorio nazionale.
L’evento è rivolto a tutti coloro che si trovano a vivere e a interessarsi di tali disturbi: ricercatori, rappresentanti istituzionali, operatori sanitari e sociali, auspicando una fruttuosa collaborazione nel contribuire allo sviluppo di iniziative, strumenti ed azioni di programmazione per la cura e il prendersi cura delle persone affette da queste severe patologie.

ATTENZIONE: CAMBIA IL LUOGO DELLE NOSTRE RIUNIONI!!!

Informiamo tutti gli interessati che :

Le riunioni quindicinali dell’ Associazione si terranno presso il padiglione n°3 del NIC. Per quanto riguarda l’incontro del 14/09/2018 questo avverrà presso l’aula n° 7 del padiglione n°3. 

Segnaliamo che gli incontri del mese di giugno avranno inizio alle ore 17:30 anzichè alle 18:00 come consuetudine, mentre il termine è fissato sempre per le ore 20:00.

Ogni altra variazione sarà prontamente segnalata.

 ATTENZIONE: ‘Il punto accoglienza per i DCA’ e’ attivo presso NUOVO INGRESSO CAREGGI NIC 1, centro servizi, piano terra BOX 1 (a fianco BOX “Informazioni”), dalle ore 17:00 alle ore 18:00. Consultare il calendario presente sulla Home Page. In caso di assenza di soci nei giorni previsti dal calendario, si prega di chiamare uno dei seguenti numeri: 328-3623953  348-3841650  335-7690387   

Punto_Accoglienza

fl

15 MARZO

GIORNATA  NAZIONALE

DEL FIOCCHETTO LILLA

 

 

Dopo 7 lunghi anni, dal primo Fiocchetto Lilla il 15 marzo 2012; oggi gioiamo alla notizia UFFICIALE: finalmente il FIOCCHETTO LILLA è simbolo istituzionale della lotta ai Disturbi dell’Alimentazione ed è indetta la «Giornata nazionale del fiocchetto lilla dedicata ai disturbi del comportamento alimentare» per il giorno 15 MARZO di ogni anno. Ci abbiamo creduto, abbiamo tutti insieme reso possibile questo.

Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 19.06.2018:
http://www.gazzettaufficiale.it/eli/…/2018/06/19/18A04218/sg

GU_08052018

GIOVEDI’ 15 MARZO 2018, IN OCCASIONE DELLA 7^ GIORNATA DEL FIOCCHETTO LILLA

ABBIAMO PRESENTATO E DATO IL VIA AL PROGETTO:

“RECUPERA AUTOSTIMA! QUANDO SAI QUELLO CHE VALI IL PARERE DEGLI ALTRI NON CONTA”.

Il progetto consiste nella: Verifica dell’efficacia clinica, della fruibilità dei trattamenti psicoterapici specifici per i DCA indicati nei protocolli internazionali come Medicine Based Evidence (MBE),  presso il centro per i Disturbi Alimentari dell’Azienda USL Toscana Centro.

Il suddetto progetto implica  il coinvolgimento di  psicoterapeuti specificatamente formati che integrino le competenze degli operatori già presenti nel servizio per poter allargare la formazione specifica e  pervenire ad  un sempre più alto profilo  di  prestazioni erogate.   

 IN OCCASIONE DELLA SERATA  E’ STATA RACCOLTA LA META’ DELLA SOMMA NECESSARIA.

aabb

CERCHIAMO DI RADDOPPIARE LA SOMMA!

 

SI RICORDA CHE LE DONAZIONI A ONLUS SONO FISCALMENTE DETRAIBILI/DEDUCIBILI IN RELAZIONE AL SOGGETTO CHE LE EFFETTUA. VIENE RILASCIATA APPOSITA RICEVUTA SEGNALANDO IL NOMINATIVO COMPLETO ED IL CODICE FISCALE.

 

Conto Corrente Postale n° 59636688  –  Codice IBAN: IT66 X076 0102 8000 0005 9636 688  Causale: PROGETTO RECUPERA AUTOSTIMA

 

Seguirà rendicontazione di tutto il ricavato.

 

 

 

 

 

15 marzo 2018 

Il Castello dell’Imperatore si è colorato di “lilla” per la Giornata contro i disturbi alimentari

Ogni anno a Prato 50 nuovi casi di patologie legate all’alimentazione. Colpite soprattutto le donne.

Il Castello dell’Imperatore domani sera dalle 19.30 si tingerà di lilla per la VIIa Giornata contro i disturbi del comportamento alimentare, #Coloriamocidililla, che ricorre il 15 marzo. Il simbolo dell’iniziativa è appunto il Fiocchetto lilla.

La Giornata è stata presentata stamani dal presidente dell’associazione Conversando Silverio Spitaleri, dall’assessore alla Sanità Luigi Biancalani e dal direttore dell’Unità Neuropsichiatria infantile della Usl Toscana Centro Marco Armellini.

Il problema è molto più diffuso di quanto si pensi: nel territorio pratese si manifestano ogni anno circa 50 nuovi casi di disturbi alimentari. Ad ad essere colpite sono in particolare le donne, nel 95% dei casi, in tutte le fasce di età da 9 a 65 anni, ma prevalentemente in fase adolescenziale, con una prevalenza di casi di bulimia e di “binge eating”, cioè il disturbo da alimentazione incontrollata. Come ha sottolineato il dottor Armellini, l’anoressia è il disturbo della salute mentale con il più alto tasso di mortalità: per questo si è resa sempre più evidente l’importanza di un approccio multiprofessionale al problema, con il coinvolgimento di medici di famiglia, psicologi, dietisti ed esperti nel campo della rieducazione alimentare. Un ruolo molto importante è giocato dalla famiglia: «La nostra è un’associazione di genitori di figlie affette da queste patologie e intendiamo dare sostegno e orientamento appunto alle famiglie che si trovano a dover affrontare questi problemi – ha detto Silverio Spitaleri di Conversando – Il messaggio che vogliamo diffondere è che dalla bulimiia e dall’anoressia si guarisce». «Si tratta di patologie che possono avere conseguenze molto gravi e l’incidenza di nuovi casi ogni anno, che si sommano a quelli già in cura, rappresenta un dato preoccupante – ha aggiunto l’assessore Luigi Biancalani – La prevenzione è importantissima e soprattutto per questo il Comune ha voluto appoggiare l’iniziativa. Ringraziamo l’associazione per l’opera di sensibilizzazione che svolge, senza la quale spesso non si verrebbe a conoscenza di questo tipo di problemi che rimane sommerso». «Infatti spesso i disturbi alimentari non sono facilmente riconoscibili, anche in famiglia, perchè non sono sempre legati a squilibri del peso» – ha confermato il dottor Armellini. Al momento coloro che sono affetti da disturbi alimentari nella nostra area si rivolgono all’ambulatorio specializzato presso la Casa della Salute di Empoli, una struttura che presto aprirà uno sportello anche a Firenze.

Oltre all’illiminazione del Castello, la onlus Conversando per domani sera 15 marzo dalle 19.30 a Villa Bardini a Firenze ha organizzato un incontro pubblico sul tema con la presentazione del video “Aff/Amarsi”, realizzato da Martina Corsi, guarita dalla patologia che l’aveva colpita.

**articolo da sito del Comune di Prato

Si ringrazia la Giunta comunale di Prato ed in particolare l’Assessorato alla salute ed alle politiche sociali per avere accolto la richiesta di patrocinio.

cast_imp

15 marzo 2018 VII Giornata del Fiocchetto Lilla.

Sono oltre un centinaio gli enti partecipanti a questa settima edizione di #coloriamocidililla, per un totale di circa 130 eventi in tutta Italia nel mese di marzo. Tutti uniti da un Fiocchetto Lilla, per costruire INSIEME una nuova cultura fondata sull’ascolto, che abbatte il muro dei pregiudizi per lasciare spazio alla forza della condivisione.

Di seguito la MAPPA UFFICIALE della VII edizione

2018_15marzo_mappa_definitiva

In anteprima la nuova Broschure informativa di CONVERSANDO:

B_2018

Rendiamo noto che:

Con l’Atto Dirigenziale n. 1479 del 10/04/2014 l’ Associazione “CONVERSANDO”  è stata iscritta al n° 868 al Registro Regionale del Volontariato – Sezione Provincia di Firenze.

girasoli

Perché ci chiamiamo così

Perché è dalla conversazione che abbiamo tratto giovamento.
Abbiamo imparato ad ascoltare, a conversare con semplicità e senza riserve mentali; a raccontare, talvolta con sofferenza,  le quotidiane difficoltà nei rapporti familiari con le figlie malate.
Così si è manifestata l’efficacia della terapia di gruppo.
Per gestire il rapporto con  una figlia/o affetta/o da Disturbi Alimentari bisogna prima di tutto imparare a gestire noi stessi.

A chi ci rivolgiamo

A genitori  di figlie e figli che attraversano un disturbo alimentare e che non sanno a chi rivolgersi per risolvere il problema o quanto meno per cominciare a capire come affrontarlo nella maniera giusta.

Dove c’incontriamo

Siamo ospitati all’interno del Padiglione 15 “PIASTRA DEI SERVIZI”  – Aula Prof. Filippo Pasquinelli.-
presso l’A.O.U. Careggi di Firenze.

Quando ci incontriamo

Il venerdì, ogni quindici giorni, dalle 18:00 alle 20:00, secondo un calendario che viene organizzato trimestralmente.

Il perché del girasole

I suoi petali gialli mettono allegria e ricordano il sole. Infatti in antichità i girasoli erano i fiori che rappresentavano proprio il Dio Sole presso le popolazioni indigene. Impossibile infatti non pensare al sole con i suoi petali gialli!
Proprio questa affinità del fiore con il sole è in grado di infondere gioia e speranza, ma è anche simbolo di amore!
I girasoli sono anche il fiore ideale da regalare per una laurea o per un amico o un collega che ha raggiunto un traguardo importante: è infatti un fiore che con la sua solarità si presta a rappresentare vittoria e successo!
Il girasole infine è il fiore perfetto  a chi si vuole augurare una guarigione o positività.