"...Affollata Solitudine"

Sarai felice, mi disse la vita, ma prima ti renderò forte!

Come capire

anoressia

I DISTURBI ALIMENTARI :

Agenda Incontri

Gli incontri di “CONVERSANDO”

La soglia di età nella quale si manifesta la patologia si sta abbassando ed ormai è sotto i 10 anni.

LaRepubblica_TO

 

 

E’ successo in pieno centro all’ora di cena. La bambina, che si era rifiutata di mangiare, è uscita sul balcone “per prendere un po’ d’aria” e si è gettata giù. E’ morta all’ospedale infantile Regina Margherita

Regina_Margherita_TO

 

L’anoressia ha fatto una vittima di appena 12 anni. Da tempo la ragazzina era in cura per i suoi problemi alimentari, ma in famiglia nessuno avrebbe mai immaginato un simile epilogo. Con una scusa, dopo un litigio perché non voleva cenare, la ragazzina è uscita sul balcone con la scusa di andare a prendere un po’ d’aria e non è più rientrata. Pur di non mangiare, ha preferito gettarsi nel vuoto. L’allarme è stato dato subito: una disperata corsa in ospedale con i medici del 118, ma quando la piccola, nata il 19 giugno 2003, è arrivata al pronto soccorso dell’ospedale Regina Margherita di Torino, dove aveva in passato ricevuto cure proprio contro il disturbo alimentare di cui soffriva, era praticamente già morta. La caduta, da almeno una decina di metri, le è stata fatale: i traumi, soprattutto quello cranico, erano troppo gravi. Del caso ora si occupano i carabinieri.
Da quando la 12enne era sprofondata nel baratro dell’anoressia i familiari

hanno sempre cercato di starle vicino, di cercare in qualche modo di esserle d’aiuto. Nessuno si sarebbe mai immaginato che lei avrebbe reagito così. E’ proprio negli ultimi anni che i medici, anche a Torino, stanno riscontrando sempre più casi di bambine malate di anoressia: talvolta hanno appena dieci anni. In alcuni casi lo fanno per attirare l’attenzione, in altri per assomigliare a modelli sbagliati “imposti” dalla società.

Finalmente anche da noi qualcosa si stà muovendo!

Anoressia, proposta di legge per combatterla: “Nutrizione obbligatoria se la vita è a rischio”

L’iniziativa della deputata del Pd Moretto. Tso nei casi più gravi. E una task-force di specialisti in strutture pubbliche a costo zero

anor2015

CURE OBBLIGATORIE per fermare l’anoressia, una malattia che colpisce sempre più ragazzi e può anche uccidere. L’idea è quella di imporre il nutrimento e le cure psicologiche e psichiatriche necessarie a ragazze e ragazzi che rifiutano il cibo. A chiedere il trattamento sanitario obbligatorio per i casi di gravi disturbi del comportamento alimentare è la deputata del Pd Sara Moretto, con una proposta di legge che sarà presentata domani alla Camera dei deputati, alle 14,30. Un provvedimento che ha l’obbiettivo di salvare tante vite: le persone con questa patologia hanno una mortalità tra le 5 e le 10 volte maggiore dei loro coetanei. Spesso il problema viene individuato troppo tardi, visto che nella maggior parte dei casi i medici di famiglia non riescono a individuare precocemente le persone con disordini alimentari. I pazienti ‘nascondono’ a lungo i loro problemi e si interviene quando la malattia si è cronicizzata.

(altro…)

 15marzo201x_fiocco_lilla

 

15 marzo 2015 – Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

ll 15 marzo si svolgerà la quarta edizione della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla contro i Disturbi Alimentari. La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla è nata con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sui Disturbi del Comportamento Alimentare, anche attraverso la testimonianza di coloro che hanno sofferto e soffrono di DCA e dei loro familiari.

L’evento è nato in memoria di Giulia, figlia di Stefano Tavilla, promotore della Giornata e Presidente dell’Associazione “Mi nutro di vita” di Genova.
Nell’occasione “CONVERSANDO” organizza per il 9 marzo 2015 presso il Teatro  Lumière, via Di Ripoli 231, Firenze  tel. 055-6821321 ore 21.00 la  proiezione del film documentario  Ciò che mi nutre mi distrugge“.

Seguirà un intervento sul tema dei DCA con la partecipazione di alcune figure professionali quali, dietista, psicologa e endocrinologa.

L’evento è stato riportato su l’Informatore Coop n°3 marzo 2015

 

Informatore

a pag.45  Info_fiocco

 

 

 

 

 

 

 

“CONVERSANDO” intende  ringraziare anticipatamente tutti coloro che parteciperanno all’iniziativa.

 Si ringrazia il “Centro Incontri” che ci ospiterà.

 Programma:

conv_09_03_15

Regione Toscana
Retecedro – Rete dei centri di documentazione sulle dipendenze patologiche

Firenze, 17 Aprile 2015
“I DISTURBI DELL’ALIMENTAZIONE NELL’INFANZIA E NELL’ADOLESCENZA”
Convegno gratuito organizzato dall’Istituto di Psicologia e Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva

Prenotazioni OnLine

Il Programma

 “CONVERSANDO” esprime il proprio ringraziamento per la partecipazione della Dott.ssa Pamela Pace alla riunine svolta il 31 ottobre.

Chi è la Dott.ssa Pamela Pace

pace

 

 

 

Psicologa, psicoanalista, vive e lavora a Milano. Iscritta all’Albo degli Psicoterapeuti della Lombardia con la specializzazione in Psicologia Clinica.
Ha fondato l’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus – Centro per la prevenzione e la clinica psicoanalitica dei disturbi del comportamento alimentare in età pediatrica, centro di cui è attualmente il Presidente e Membro del Comitato Direttivo.

Docente del corso di Specializzazione sulla clinica dei nuovi sintomi per l’Associazione Jonas Onlus.

Collabora con l’Università Cattolica di Milano all’interno del percorso EPT (Esperienze Pratiche di Tirocinio) per gli studenti del III anno della Facoltà di Psicologia. È supervisore dei tirocinanti post lauream dell’Università di Padova  presso l’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus.

In passato è stata Membro del Comitato Scientifico dell’Associazione ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia e i disordini alimentari), psicoterapeuta di gruppo ed individuale, ideatrice, responsabile clinico e supervisore del lavoro psicoanalitico con le famiglie di pazienti anoressicobulimiche, docente del Corso di Specializzazione post-lauream sui disturbi del comportamento alimentare. Relatore e responsabile delle conferenze.

Ha pubblicato diversi libri e articoli scientifici sul tema del trattamento dei genitori di ragazze anoressico-bulimiche, dei disturbi del comportamento alimentare.
Tiene, in diversi ambiti, corsi di formazione rivolti a operatori sociali, educatori, insegnanti, psicologi, psicoterapeuti, pediatri.

Si è formata con Franco Fornari e con Eugenio Borgna.

Punto di accoglienza per i DCA

Lunedì 07 luglio 2014 è stato inaugurato presso il secondo piano Padiglione 28 C stanza 214 – Ponte Nuovo CAREGGI, il punto di Accoglienza per i DCA.
Il servizio, completamente gratuito, è stato voluto e concertato tra l’ Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi e l’Ass. “CONVERSANDO”.
I volontari saranno presenti il lunedì in orario 17:00 – 18:00 al Punto di accoglienza che intende offrire oltre le informazioni del caso, un sostegno per le famiglie di persone affette dai disturbi del comportamento alimentare.
Il servizio, con presenza quindicinale, coinciderà con il lunedì precedente alle date delle riuniuni in agenda di “CONVERSANDO” consultabili sul presnte web.
E’ volontà dell’Associazione aumentare il proprio contributo nei confronti di tutti coloro che vivono il problema dei DCA.

Vai al link nel sito dell’AOUC di Careggi.

 

 

Rendiamo noto che:

Con l’Atto Dirigenziale n. 1479 del 10/04/2014 l’ Associazione “CONVERSANDO”  è stata iscritta al n° 868 al Registro Regionale del Volontariato – Sezione Provincia di Firenze.

 linea

aprile 2004-aprile 2014   10 anni di Impegno

In linea con dedizione e l’impegno che da sempre ci contraddistingue  abbiamo 10Convpensato di festeggiare questa ricorrenza, realizzata in occasione del decimo anno di attività, non come momento autocelebrativo ma come occasione per porre le basi su quello che sarà l’ impegno futuro della nostra Associazione.
Guardando al tempo trascorso possiamo oggi valutare quanto impegno abbiamo profuso e quanta strada abbiamo percorso insieme.
Il sacrificio è stato ed è ampiamente ripagato per quei casi in cui siamo stati di  aiuto a genitori e ragazze/i con DCA, cosi come le tante dimostrazioni di affetto che ci sono pervenute e che non sono mai mancate.
L’intenzione da parte di tutti i Soci di “CONVERSANDO”, a cui rinnovo il mio personale ringraziamento, è di considerare questa piacevole ricorrenza come il punto con cui ripartire con rinnovata energia.
Ancora grazie

Danilo M.

linea

Riunione Quindicinale Confermata.

La riunione avrà inizio alle ore 18:00 fino alle ore 20:00 c.a.