"...Affollata Solitudine"

Sarai felice, mi disse la vita, ma prima ti renderò forte!

Come capire

anoressia

I DISTURBI ALIMENTARI :

Agenda Incontri

Gli incontri di “CONVERSANDO”

COMUNICAZIONE URGENTE!!!

ATTENZIONE: CAMBIA IL LUOGO DELLE NOSTRE RIUNIONI!!!

Informiamo tutti gli interessati che a partire dal giorno 10 febbraio 2017 le riunioni quindicinali dell’ Associazione si terranno nell’Aula Prof. Filippo Pasquinelli. 

L’attuale sala riunioni che ci ha ospitati  per 12 anni è divenuta inadeguata.

Si ringrazia l’ A.O.U. di Careggi nella persona della Dott.ssa S. Alderighi che si è adoperata per consentire questa soluzione.

Le riunioni del giorno 10 febbraio e del 7 aprile, inizieranno alle ore 19:00 anzichè le 18:00 come consuetudine.

La nuova aula si trova all’interno del Padiglione 15 “PIASTRA DEI SERVIZI”

Aula_Pasquinelli

 15 marzo 2017 – Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla

Un giorno per non dimenticare, per conoscere, capire, parlare.
Perchè i DCA non sono scelte di vita.
Perchè i DCA fanno male, dentro, un male profondo che nessuno merita.
Perchè chi ne soffre sono tante, troppe persone.
Perchè non è giusto rinunciare alla propria vita per una malattia.
Perchè guarire si può! Perchè insieme è meglio!

ficchettoLilla2017

OBIETTIVI DELLA GIORNATA DEL FIOCCHETTO LILLA:
• Difendere i diritti fondamentali di chi è colpito da un DCA, combattendo informazioni distorte e/o pregiudizi.
• Sensibilizzare l’opinione pubblica, facendo conoscere la frequenza, le caratteristiche e le gravi conseguenze che questi disturbi possono avere per la salute fisica e psicologica di chi ne soffre.
• Scoraggiare il distacco ed il disinteresse da parte di chi non è direttamente coinvolto dalla malattia.
• Accrescere la consapevolezza a livello individuale, collettivo ed istituzionale del carattere di epidemia sociale che i DCA stanno assumendo a livello nazionale e mondiale.
• Creare una rete di solidarietà verso chi è colpito da DCA, personalmente o in famiglia, per combatterne il disagio relazionale e il senso di abbandono e sconfiggere l’omertà che accompagna questi disturbi.

 

ll 15 marzo 2017 si svolgerà la sesta edizione della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla contro i Disturbi Alimentari. La Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla è nata con l’intento di sensibilizzare l’opinione pubblica sui Disturbi del Comportamento Alimentare, anche attraverso la testimonianza di coloro che hanno sofferto e soffrono di DCA e dei loro familiari.

L’iniziativa parte da un padre che a Marzo del 2011 ha visto morire la propria figlia all’età di 17 anni e che, come Presidente dell’Associazione “Mi nutro di vita” di Genova, ha dato vita alla prima Giornata Nazionale del “Fiocchetto Lilla”, simbolo della delicata fragilità di questa condizione giovanile. “Non può, non deve capitare ad altri. La morte di mia figlia deve servire a tutte le persone e le famiglie che vivono un dramma di questo genere. Il dramma di vedere chi ami che piano piano si spegne, non ride più, non mangia o vomita. Non accetta di farsi curare e a te resta la sensazione di non aver fatto abbastanza” racconta Stefano Tavilla, Presidente dell’Associazione “Mi nutro di vita” e papà di Giulia vittima a 17 anni dei DCA.

 

 

Punto di accoglienza per i DCA

Lunedì 07 luglio 2014 è stato inaugurato presso il secondo piano Padiglione 28 C stanza 217 – Ponte Nuovo CAREGGI, il punto di Accoglienza per i DCA.
Il servizio, completamente gratuito, è stato voluto e concertato tra l’ Azienda Ospedaliero-Universitaria di Careggi e l’Ass. “CONVERSANDO”.
I volontari saranno presenti il lunedì in orario 17:00 – 18:00 al Punto di accoglienza che intende offrire oltre le informazioni del caso, un sostegno per le famiglie di persone affette dai disturbi del comportamento alimentare.
Il servizio, con presenza quindicinale, coinciderà con il lunedì precedente alle date delle riuniuni in agenda di “CONVERSANDO” consultabili sul presnte web.
E’ volontà dell’Associazione aumentare il proprio contributo nei confronti di tutti coloro che vivono il problema dei DCA.

Si avvisano gli interessati che l’incontro previsto per il giorno 06/03/2017 si terrà presso l’ Aula 4, Nuovo Ingresso di Careggi n. 3 in orario 17:00 – 18:00

Vai al link nel sito dell’AOUC di Careggi.

 

 

 “CONVERSANDO” esprime il proprio ringraziamento per la partecipazione della Dott.ssa Pamela Pace alla riunine svolta il 31 ottobre.

Chi è la Dott.ssa Pamela Pace

pace

 

 

 

Psicologa, psicoanalista, vive e lavora a Milano. Iscritta all’Albo degli Psicoterapeuti della Lombardia con la specializzazione in Psicologia Clinica.
Ha fondato l’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus – Centro per la prevenzione e la clinica psicoanalitica dei disturbi del comportamento alimentare in età pediatrica, centro di cui è attualmente il Presidente e Membro del Comitato Direttivo.

Docente del corso di Specializzazione sulla clinica dei nuovi sintomi per l’Associazione Jonas Onlus.

Collabora con l’Università Cattolica di Milano all’interno del percorso EPT (Esperienze Pratiche di Tirocinio) per gli studenti del III anno della Facoltà di Psicologia. È supervisore dei tirocinanti post lauream dell’Università di Padova  presso l’Associazione Pollicino e Centro Crisi Genitori Onlus.

In passato è stata Membro del Comitato Scientifico dell’Associazione ABA (Associazione per lo studio e la ricerca sull’anoressia, la bulimia e i disordini alimentari), psicoterapeuta di gruppo ed individuale, ideatrice, responsabile clinico e supervisore del lavoro psicoanalitico con le famiglie di pazienti anoressicobulimiche, docente del Corso di Specializzazione post-lauream sui disturbi del comportamento alimentare. Relatore e responsabile delle conferenze.

Ha pubblicato diversi libri e articoli scientifici sul tema del trattamento dei genitori di ragazze anoressico-bulimiche, dei disturbi del comportamento alimentare.
Tiene, in diversi ambiti, corsi di formazione rivolti a operatori sociali, educatori, insegnanti, psicologi, psicoterapeuti, pediatri.

Si è formata con Franco Fornari e con Eugenio Borgna.

Rendiamo noto che:

Con l’Atto Dirigenziale n. 1479 del 10/04/2014 l’ Associazione “CONVERSANDO”  è stata iscritta al n° 868 al Registro Regionale del Volontariato – Sezione Provincia di Firenze.

 linea

aprile 2004-aprile 2014   10 anni di Impegno

In linea con dedizione e l’impegno che da sempre ci contraddistingue  abbiamo 10Convpensato di festeggiare questa ricorrenza, realizzata in occasione del decimo anno di attività, non come momento autocelebrativo ma come occasione per porre le basi su quello che sarà l’ impegno futuro della nostra Associazione.
Guardando al tempo trascorso possiamo oggi valutare quanto impegno abbiamo profuso e quanta strada abbiamo percorso insieme.
Il sacrificio è stato ed è ampiamente ripagato per quei casi in cui siamo stati di  aiuto a genitori e ragazze/i con DCA, cosi come le tante dimostrazioni di affetto che ci sono pervenute e che non sono mai mancate.
L’intenzione da parte di tutti i Soci di “CONVERSANDO”, a cui rinnovo il mio personale ringraziamento, è di considerare questa piacevole ricorrenza come il punto con cui ripartire con rinnovata energia.
Ancora grazie

Danilo M.

linea

girasoli

Perché ci chiamiamo così

Perché è dalla conversazione che abbiamo tratto giovamento.
Abbiamo imparato ad ascoltare, a conversare con semplicità e senza riserve mentali; a raccontare, talvolta con sofferenza,  le quotidiane difficoltà nei rapporti familiari con le figlie malate.
Così si è manifestata l’efficacia della terapia di gruppo.
Per gestire il rapporto con  una figlia/o affetta/o da Disturbi Alimentari bisogna prima di tutto imparare a gestire noi stessi.

A chi ci rivolgiamo

A genitori  di figlie e figli che attraversano un disturbo alimentare e che non sanno a chi rivolgersi per risolvere il problema o quanto meno per cominciare a capire come affrontarlo nella maniera giusta.

Dove c’incontriamo

Siamo ospitati all’interno del Padiglione 15 “PIASTRA DEI SERVIZI”  – Aula Prof. Filippo Pasquinelli.-
presso l’A.O.U. Careggi di Firenze.

Quando ci incontriamo

Il venerdì, ogni quindici giorni, dalle 18:00 alle 20:00, secondo un calendario che viene organizzato trimestralmente.

Il perché del girasole

I suoi petali gialli mettono allegria e ricordano il sole. Infatti in antichità i girasoli erano i fiori che rappresentavano proprio il Dio Sole presso le popolazioni indigene. Impossibile infatti non pensare al sole con i suoi petali gialli!
Proprio questa affinità del fiore con il sole è in grado di infondere gioia e speranza, ma è anche simbolo di amore!
I girasoli sono anche il fiore ideale da regalare per una laurea o per un amico o un collega che ha raggiunto un traguardo importante: è infatti un fiore che con la sua solarità si presta a rappresentare vittoria e successo!
Il girasole infine è il fiore perfetto  a chi si vuole augurare una guarigione o positività.

15 Aprile 2004 – 15 Aprile 2017. 13 anni insieme….

“Quando curi una persona puoi vincere o perdere, quando ti prendi cura di una persona puoi solo vincere”

 

(Patch Adams)